Owners of Incunabula

owners/00025363 Müller, Victor

Carletti, Angelo

Owner Id00025363
TypePerson
GenderMale
Biographical dates - Period of existence1410-1495
Variant NamesBeato Angelo da Chivasso

Activity

NoteAngelo Carletti, conosciuto come Angelo da Chivasso (Chivasso, 1410 – Cuneo, 11 aprile 1495), è stato un religioso, letterato e umanista italiano. È venerato come beato dalla Chiesa cattolica e viene ricordato l'11 aprile. Dopo aver conseguito il dottorato in teologia morale all'Università di Bologna, si dedicò all'attività politica come senatore del Monferrato. Tuttavia, poco dopo i trent'anni entrò nell'ordine dei Francescani ispirato dalle loro attività rivolte ai poveri. Nei suoi campi d'interesse, in particolare la teologia morale, pubblicò diverse opere, in cui espose la propria dottrina. Le sue opere affrontarono anche le opere di carità: fu tra i sostenitori della fondazione dei monti di pietà in favore dei poveri (Genova, 1483). Per quattro trienni fu eletto Vicario generale dei minori osservanti; successivamente il papa Sisto IV lo nominò commissario pontificio per alcune delicate missioni volte a consolidare la fede cristiane, motivo per cui accettò l'incarico di predicare a favore della crociata contro i turchi che occupavano Otranto. Morì a Cuneo nel convento di Sant'Antonio, l'11 aprile 1495, all'età di circa 84 anni. Una delle sue opere principali è la Summa casuum conscientiae, che raccoglie in ordine alfabetico un insieme di regole per chi vuole vivere la propria vita secondo il credo cattolico. Il libro affronta i temi della politica e dell'economia, oltre a quelli della teologia e della morale. L'opera venne stampata per la prima volta nel 1486 e godette di un vasto seguito, tale da ottenere circa trenta edizioni in altrettanti anni, ottenendo il soprannome di Summa Angelica. Il 10 dicembre 1520 Martin Lutero bruciò nella piazza di Wittenberg proprio questo volume, che chiamò Summa diabolica, insieme alla propria bolla di scomunica e alla Summa Theologiae di Tommaso d'Aquino. Nel 1625 venne istituito il processo di beatificazione, ma fu beatificato solo nel 1753 da papa Benedetto XIV.

MARC Area Codee-it
Profession / Type of InstitutionClergy
CharacterisationReligious
Last Edit2019-02-26 16:09:17

All Copies

Carletti, Angelo

Owner Id00025363
TypePerson
GenderMale
Biographical dates - Period of existence1410-1495
Variant NamesBeato Angelo da Chivasso

Activity

NoteAngelo Carletti, conosciuto come Angelo da Chivasso (Chivasso, 1410 – Cuneo, 11 aprile 1495), è stato un religioso, letterato e umanista italiano. È venerato come beato dalla Chiesa cattolica e viene ricordato l'11 aprile. Dopo aver conseguito il dottorato in teologia morale all'Università di Bologna, si dedicò all'attività politica come senatore del Monferrato. Tuttavia, poco dopo i trent'anni entrò nell'ordine dei Francescani ispirato dalle loro attività rivolte ai poveri. Nei suoi campi d'interesse, in particolare la teologia morale, pubblicò diverse opere, in cui espose la propria dottrina. Le sue opere affrontarono anche le opere di carità: fu tra i sostenitori della fondazione dei monti di pietà in favore dei poveri (Genova, 1483). Per quattro trienni fu eletto Vicario generale dei minori osservanti; successivamente il papa Sisto IV lo nominò commissario pontificio per alcune delicate missioni volte a consolidare la fede cristiane, motivo per cui accettò l'incarico di predicare a favore della crociata contro i turchi che occupavano Otranto. Morì a Cuneo nel convento di Sant'Antonio, l'11 aprile 1495, all'età di circa 84 anni. Una delle sue opere principali è la Summa casuum conscientiae, che raccoglie in ordine alfabetico un insieme di regole per chi vuole vivere la propria vita secondo il credo cattolico. Il libro affronta i temi della politica e dell'economia, oltre a quelli della teologia e della morale. L'opera venne stampata per la prima volta nel 1486 e godette di un vasto seguito, tale da ottenere circa trenta edizioni in altrettanti anni, ottenendo il soprannome di Summa Angelica. Il 10 dicembre 1520 Martin Lutero bruciò nella piazza di Wittenberg proprio questo volume, che chiamò Summa diabolica, insieme alla propria bolla di scomunica e alla Summa Theologiae di Tommaso d'Aquino. Nel 1625 venne istituito il processo di beatificazione, ma fu beatificato solo nel 1753 da papa Benedetto XIV.

MARC Area Codee-it
Profession / Type of InstitutionClergy
CharacterisationReligious
Last Edit2019-02-26 16:09:17
let